LAVORO


ROBOTICA: UNA SFIDA CHE LA POLITICA DEVE GESTIRE, NON OSTACOLARE L'intervento di Sergio Cofferati.

Durante l'ultima sessione plenaria del Parlamento Europeo a Strasburgo sono intervenuto sulla discussione sulle norme di diritto civile sulla robotica.

A gennaio la Commissione Giuridica, di cui sono membro sostituto, ha approvato una proposta di risoluzione che stabilisce le regole e le raccomandazioni proposte per la regolamentazione della robotica e intelligenza artificiale. La proposta ha come obiettivo quello di mettere le basi per una discussione su un tema ampio e complesso come quello della robotica e dell'intelligenza artificiale, dove si presentano sia gli aspetti positivi ma anche le sfide ad un mondo del lavoro che cambia. Si tratta di un tema complesso che tocca temi importanti, come i principi etici, le responsabilità legate ai danni eventuali causati dai robot e il tema del lavoro, sia in termini di nuove figure richieste sia soprattutto per l'impatto che l'introduzione della robotica ha verso i lavoratori.

Durante il mio intervento in plenaria ho sottolineato che è importante non avere paura della tecnologia, che ha consentito l'evoluzione del mondo. Certo, storicamente riduce il numero di posti di lavoro e cambia spesso in profondità le modalità con le quali l'attività lavorativa viene prestata. Ma spetta alla politica utilizzare la ricchezza che la tecnologia crea per compensare questi vuoti. Governare e gestire il processo è compito nostro e le principali sfide riguardano la politica economica, la formazione, la ricerca.

Inoltre, la dimensione giuridica e quella etica riguardano le persone e non le macchine e quindi è chi crea le macchine che deve essere sottoposto ad un criterio di responsabilità etica: sarebbe fuorviante sottoporlo alla macchina. È importante comunque che non si ostacoli o contrasti la tecnologia. Sarebbe un comportamento sbagliato e regressivoInserisci qui il tuo testo..

.https://www.europarl.europa.eu/plenary/IT/vod.html?mode=unit&vodLanguage=IT&startTime=20170215-19:56:24-714#